ISON, tra fascino e mistero


logo ison2
Si chiama C/2012 S1, ma è più conosciuta col nome di ISON. Da quando è stata scoperta non ha fatto altro che stupire e lasciare interdetti gli appassionati. Sono molte le stranezze che vengono segnalate sul web riguardo questo corpo celeste che, il 28 novembre 2013, passerà per il perielio. A cosa sono dovute le sue anomalie?


ISON potrebbe essere BLU KACHINA, la stella delle profezie Hopi? Le polveri della Cometa cadranno sulla Terra?
A modo suo Luca Coradduzza, autore del libro “2012 per curiosi” tenterà di spiegare le bizzarrie di quella che è stata definita la “Cometa del secolo”.
Il curioso appuntamento si terrà alle 18.15 al Risto Wine Bar Candoni, in Via Nazionale 6 a Cedarchis, proprio il 28 novembre, giorno in cui ISON passerà nel punto più vicino al Sole.
Scarica l’invito: INVITO-Cometa_ISON_tra_fascino_e_mistero.

ISON è stata scoperta il 21 settembre 2012 dal bielorusso Vitali Nevski e dal russo Artyom Novichonok da un telescopio dell’International Scientific Optical Network vicino a Kislovodsk in Russia.
Ed è proprio l’acronimo di questa struttura che dà il nome alla Cometa.
Ma si tratta veramente di una Cometa?
La domanda pare assurda.
Eppure, analizzando attentamente la questione, sono molti gli studiosi, gli astronomi e gli appassionati che hanno notato delle anomalie attorno a questo corpo celeste.
Il mistero continua, almeno per il momento.

Se ancora non lo hai fatto, ti invito a mettere Mi Piace” alla pagina facebook di 2012 per curiosi.

This entry was posted in 02 - ISON un mistero..., Articoli, Incontri con l'autore and tagged , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to ISON, tra fascino e mistero

  1. Pingback:Arriva la neve in Carnia! | Scriptanews.it

  2. Pingback:2012 per curiosi | I misteri della Cometa ISON a Telealtobut. Il sito ufficiale del libro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *