EUCOOKIELAW_BANNER_TITLE




Recensioni gratuite libri autori emergenti

Presentazione a Tolmezzo del libro sul compositore carnico Cossetti

Venerdì 20 marzo alle ore 18.30 presso il Centro Servizi Museali di Tolmezzo, adiacente al Museo Carnico “M. Gortani”, verrà presentato il libro Giovanni Battista Cossetti e la riforma della musica sacra in Friuli tra Ottocento e Novecento, scritto da Alessio Screm e pubblicato da Forum Editrice per la collana “Tracce. Itinerari di ricerca”.
Saranno presenti l’autore, Roberto Frisano, ricercatore e docente di storia della musica al Liceo Musicale “C. Percoto” di Udine, Luca Canzian, dottorando in musicologia presso l’Università degli Studi di Udine, il compositore Giovanni Canciani e l’organista Michele Bravin, il quale eseguirà alcune pagine organistiche dal repertorio cossettiano.
Dopo Chopin, il poeta al pianoforte (Audax 2010), Alessio Screm si allontana dalla storiografia romanzata per dedicarsi interamente all’indagine scientifica, raccogliendo in 500 pagine il frutto dei suoi studi di dottorato di ricerca condotti presso l’Università degli Studi di Udine.
Il libro, primo studio esaustivo sul compositore friulano, è inoltre impreziosito da fotografie d’epoca, spartiti e da un cd audio che raccoglie le Dieci premiate composizioni per organo di Cossetti finora inedite, eseguite dall’organista Michele Bravin all’organo storico Zanin nella chiesa parrocchiale di Chions in provincia di Pordenone.
Una pubblicazione attesa che rende omaggio all’artista friulano a 60 anni dalla sua scomparsa e lo riscopre oggi come figura esemplare, ispirata, profonda e poliedrica.
Scrive in prefazione Cristina Scuderi, docente di storia della musica e ricercatrice alla Karl Franzens Universität di Graz: «Una macro-storia alla quale le micro-storie afferiscono e in cui trovano giustificazione. È questo un libro di cui si apprezzano subito la minuziosità di stesura e la capillarità di ricerca. L’autore, non nuovo a felici operazioni editoriali, dimostra il rigore dello studioso più esigente e tiene ben salde le redini del discorso storico».
Cosmi e microcosmi in questo studio si muovono paralleli e s’intrecciano intorno a questa rediviva personalità che ebbe la stima e l’amicizia di grandi artisti, come Oreste Ravanello, Antonio Bonuzzi, Luigi Bottazzo, Giovanni Tebaldini, Marco Enrico Bossi, Vittorio Franz, Giuseppe Gallignani. Giovanni Battista Cossetti (Tolmezzo 1863 – Chions 1955) fu musicista, organista e compositore, fondatore e direttore di scholae cantorum e bande musicali, collaudatore d’organi, animatore culturale, mecenate e benefattore. Significativo rappresentante ceciliano in congressi nazionali, nel 1921 fu insignito del titolo di Cavaliere di San Gregorio Magno da Papa Benedetto XV.
Autore stimato e pluripremiato, compose oltre 500 lavori sacri e profani e diverse sue opere furono edite in Italia e all’estero. Grazie al recupero e all’analisi di vari materiali inediti d’archivio e fonti d’epoca a stampa, Screm disegna a pennellate sicure la sua lunga vita e la corposa produzione, nell’affresco di un Friuli e di un’Italia tra due secoli, nel clima dei rivolgimenti storici e politici riflessi dall’autore nell’ambito della riforma nazionale della musica sacra denominata ceciliana.
[youtube]https://www.youtube.com/watch?v=b2gSwtmCA1w[/youtube]
Il book-trailer del libro di Alessio Screm.

Notizie che ti potrebbero interessare:

QR:  Presentazione a Tolmezzo del libro sul compositore carnico Cossetti

Comments are closed.